Gruppo di Volontariato
Amici di San Bernardo
“Viviamo la Comunità con Amicizia e Solidarietà” 2014
APERTURA ANTICIPATA PER PERMETTERE UNA MAGGIORE POSSIBILITÀ AI VISITATORI DI AMMIRARE IL MANUFATTO
Il   Presepe   Meccanico   di   Manerba   diventa   maggiorenne.   E   per festeggiare   questi   primi   diciotto   anni,   abbiamo   deciso   di   fare   le cose   in   grande,   proponendo   nuove   e   suggestive   scenogra   e,   ma anche modi cando la data dell’apertura. Le   code   degli   ultimi   anni   per   vedere   il   presepe,   con   centinaia   di persone   in   attesa,   ci   hanno   infatti   convinto   dell’opportunità   di anticipare    l’accensione,    che    quest’anno    avverrà    sabato    20 dicembre. Una   rivoluzione   che   non   toglie   nulla   al   mistero   della   Natività   e che   consentirà   a   un   maggior   numero   di   persone   di   ammirare   il Presepe Meccanico. Accensione     è     il     termine     giusto     perchè     questa     creazione artigianale,    che    nasce    dal    lavoro    e    dalla    passione    di    tanti volontari,   è   davvero   la   scintilla   che   accende   il   Natale   del   nostro paese:   illumina   la   chiesa   di   San   Giovanni   che   la   ospita,   e   anima il centro storico per tutte le festività e anche oltre, per tutto il mese di gennaio. Il    Presepe    Meccanico    è    fede,    tradizione,    attaccamento    alle    nostre    radici contadine,   ma   è   anche   orgoglio,      ore   all’occhiello   di   un   paese,   e   occasione per   incentivare   il   turismo   culturale   e   religioso,   in   un   periodo   nel   quale   la Valtenesi, un po’ come i suoi olivi e le sue viti, è a riposo. Ed      proprio   lontano   dalla   frenesia   della   stagione   balneare   gardesana   che   si riesce   ad   apprezzare   meglio   una   terra   come   la   nostra,   che   ha   conservato angoli   di   rara   bellezza,   e   che   dopo   la   visita   alla   Nativit   si   possono   riscoprire con una semplice passeggiata verso la Rocca o Dusano o Pisenze. Ma   prima   viene   il   presepe.   Un   presepe   che      davvero   speciale   e   che,   per questa   diciottesima      edizione,   abbiamo   pensato   di      arricchire   con un torneo medievale. Una   vera   e   propria   giostra,   con   i   cavalieri   armati   di   lance,   gli spadaccini   che   si   muovono   in   incronia   e   -   non   poteva   mancare   - un    cuoco    che    prepara    la    porchetta    arrosto.    Ma    c’    anche    la montagna   innevata,   ed      un’altra   delle   novit   di   questa   edizione, con gli sciatori e la funivia. Un    richiamo    al    Natale    e    agli    sport    invernali,    che    non    deve sorprendere:      infatti   lo   sviluppo   di   un’idea   che   aveva   gi   trovato posto   fra   deserti,   cieli   stellati   e   laboratori   artigiani,   e   che   adesso viene perfezionata e arricchita. UN CAMMINO LUNGO FATTO DI GRANDE FANTASIA, CURA NEI PARTICOLARI E INVENTIVA NEI MECCANISMI Un cammino di notevole lunghezza quello che gli “Amici di San Bernardo” intraprendono tutti gli anni per la realizzazione del famoso e conosciutissimo “Presepe Meccanico” . La   partenza   dei   lavori   al   manufatto   2014   è   stata   i   primi   giorni   di marzo per essere funzionante la notte di Natale. La    fantasia,    la    passione    e    l’inventiva    fanno    di    questa    opera natalizia unica nel suo genere. Un   cammino   che   dura   mediamente   tutto   l’anno,   visto   che   dopo lo   smontaggio   si   inizia   subito   con   la   costruzione   delle   novità   del Natale successivo. Alla      ne   di   febbraio   tuttI   i   “moduli”   erano   immagazzinati   nella sede del Gruppo a Montinelle. Ma   solo   dopo   8   giorni,   l’8   marzo,   i   tecnici   specializzati   del   gruppo erano   già   all’opera   nella   revisione   dei   meccanismi   meccanici   ed elettronici dei “moduli” utilizzati la scorsa edizione. Parallelamente    il    nostro    softwerista    era    già    allo    studio    per migliorare, tramite schede elettroniche, l’e etto “parlato”. Il   primo   aprile   si   è   iniziata   la   lavorazione   alla   prima   novità   2014: il   circo   medievale   completo   della   rievocazione   in   minatura   delle gare dei cavalieri con la giostra   medievale,   le   gare   con   le   spade,   i   cavalli   “agitati”   pronti per   la   partenza   e,   non   poteva   assolutamente   mancare   in   un campo medievale, la cottura della porchetta allo spiedo. Il tutto inserito in una scenogra a abbellita dalla minuziosa cura dei particolari. La conclusione della notevole lavorazione a questo “modulo” è stata il 23 maggio. Il   26   maggio   si   è   subito   iniziato   con   la   seconda   novità   2014:   la   rappresentazione   di   una   bellissima   cima   innevata   con   i   “personaggi”   che,   con   gli   sci   o   le slitte, scendono a valle e, naturalmente, a  anco non poteva mancare la funivia che riporta i personaggi sopra la cima. La conclusione di questo “modulo” è stata il 20 di giugno. Il 23 giugno è stato rivisto e ricostruito un modulo dello scorso anno: i due cannoni con gli e etti del fumo che esce dalla bocca dei cannoni, dal rossore della polvere esplosa e il botto di quest’ultima sono stati modi cati e abbelliti creando intorno un’atmosfera di distruzione. Il messaggio che gli “Amici”, visto anche lo striscione inserito nel “modulo”, è quello di dire basta alle guerre e sì alla vita. Dal 21 luglio gli Amici di San Bernardo sono stati impegnati all’organizzazione dell’omonima sagra che si è svolta il 17 , 18, 19 e 20 agosto. Una parentesi allegra, in attesa del montaggio dei diversi pezzi del presepe, che è iniziato il 5 di settembre nella chiesa di San Giovanni. Volantino Presepe Meccanico 2014 Cliccate sulla copertina per chi è interessato a scaricarlo
Indietro Amici di San Bernardo - copyright 2013 Altri articoli